VESTITI USATI? SCOPRI L’OFFERTA DITUTTODIPIU' | DITUTTODIPIU' | Mercatino dell'usato a Firenze: vendere e acquistare oggetti in conto vendita

VESTITI USATI? SCOPRI L’OFFERTA DITUTTODIPIU'

Come essere sempre alla moda, senza spendere una fortuna, grazie ai vestiti usati
20/11/2018

I vestiti usati sono una risorsa di stile: un modo per essere unici e originali, non rinunciare alla qualità e avere un guardaroba ecologically correct.

Non dobbiamo farci ingannare dalle apparenze: i vestiti usati non passano mai di moda e sono un articolo di punta nei mercatini dell’usato; di certo non possono mancare a DITUTTODIPIU’.

Chi di noi non ha mai sbuffato senza sapere cosa fare davanti a un armadio colmo di abiti che non mette più o si è trovato a guardare pensieroso quel baule pieno di vestiti usati dalle mamme, dalle zie o perfino dalle nonne? Chi non si è mai fermato affascinato davanti ai cappotti sontuosi e ai vestiti eleganti scovati tra le occasioni in un angolo di un mercatino dell’usato, pensando a chi mai possono essere appartenuti? In un’epoca in cui le cose del passato sembrano avere una seconda vita, l’abito vintage può essere una risorsa di stile ma anche in termini economici.

Basta affidarsi a professionisti seri come quelli di DITUTTODIPIU che sapranno aiutarti a orientarti per quello che vuoi vendere o a scegliere, da compratore, tra le tante occasioni del settore vestiti usati.

Vestire con abiti vintage significa essere alla moda senza spendere una fortuna, avere uno stile del tutto personale e originale senza rinunciare alla qualità del capo. Proprio quest’ultimo aspetto è uno dei vantaggi più grandi dei capi usati: la bontà dei materiali e della confezione sartoriale, cose che è pressoché impossibile trovare negli odierni articoli di pronto moda. E poi il valore storico del capo stesso, l’essere, spesso, perfettamente collocabile in un’epoca divenendo un’icona di cui il cliente diventa nuovo custode.

Ma vestire con abiti vintage significa anche avere una spiccata sensibilità ecologico-sociale ed essere attenti a tenere un comportamento di vita che rifiuta lo spreco. Questi sono i fattori che decretano la fortuna della moda vintage.

È curioso sapere che questo fenomeno ha origine negli anni Sessanta, nell’America degli hippies. Furono loro a rispolverare e dare nuova dignità a quei vestiti usati che nel dopoguerra della ripresa economica venivano regalati alla gente povera. Nel 1965 a New York aprì il primo negozio di abiti vintage, Vintage chic, e fu subito un successo. Da allora questa tendenza non si è più fermata. Sono stati scritti persino libri, veri e propri manuali d’uso sul fenomeno ormai globale della moda vintage. Esistono in tutto il mondo centinaia di eventi, festival e intere catene di negozi specializzati in questo tipo di articoli. E qui, come nei mercatini dell’usato, è possibile sognare. Sognare e, per una volta, vedere avverarsi il proprio sogno: perché un abito vintage, una borsa usata, un accessorio d’epoca, pur essendo di marca costa senz’altro meno dell’omologo nuovo in commercio.

Inizialmente riferito al vino d’annata, il termine francese “vintage” ha una definizione ben precisa anche sul vocabolario Treccani: il termine è usato per indicare qualsiasi manufatto fuori produzione da uno o più decenni, ricercato o collezionato in ragione della buona qualità, del design immediatamente riconducibile a un preciso periodo, della rarità della circolazione (http://www.treccani.it/enciclopedia/vintage/). E proprio puntare sulla qualità e sull’unicità del capo è il valore aggiunto degli abiti usati, o per meglio dire, dei vestiti vintage.

La professionalità di addetti del settore come quelli del mercatino dell’usato DITUTTODIPIU sta nel sapere scegliere e selezionare i vestiti usati di qualità per proporli anche al cliente più esigente, renderli occasioni imperdibili, dando ad essi nuova vita e a chi li compra uno stile assolutamente unico e ricercato.

Consulta la nostra pagina dedicata alle offerte selezionando la categoria “abbigliamento”