Perché consultare il mercatino dell'usato online | DITUTTODIPIU' | Mercatino dell'usato a Firenze: vendere e acquistare oggetti in conto vendita

Perché consultare il mercatino dell'usato online

un modello di business vantaggioso sia per il rivenditore che per l'acquirente
18/09/2018

Il mercatino dell'usato online: un modello di business vantaggioso sia per il rivenditore che per l'acquirente.

Se, a un evento, qualcuno chiedesse "alzi la mano chi non è mai stato in un mercatino dell'usato", potreste star certi che in pochi, pochissimi, punterebbero il dito all'insù. I mercatini dell'usato sono infatti presenti in quasi ogni città del mondo, e offrono eccellenti opportunità a chi vi si imbatte per poter comprare quell'oggetto desiderato da tanto tempo a un prezzo estremamente competitivo.

Nell'ultimo ventennio, poi, si è verificata una rapidissima ascesa del web: inizialmente la rete veniva utilizzata solo per le comunicazioni, in seguito ha iniziato a diventare un luogo di produttività e di informazione e il naturale passo successivo è stato quello di reinventarsi sotto forma di un enorme marketplace.

Il modello di business del mercatino dell'usato, per questo motivo, è stato esportato online, con vantaggi notevoli sia per il consumatore che per il rivenditore, andando di fatto ad affiancare la vera e propria vendita diretta sul web. Il capostipite di questa tendenza è stato senz'altro l'e-commerce eBay: inizialmente chiunque poteva decidere di vendere il proprio oggetto online a un prezzo prefissato oppure valutando le migliori offerte dei potenziali acquirenti.

I motivi che portano a una scelta dell'usato sono molteplici, e primo tra tutti vi è il risparmio economico. Non solo la filiera è accorciata (vi è solo il contatto tra proprietario e nuovo acquirente, con al massimo un intermediario), ma l'usato è ovviamente oggetto di svalutazione. Tuttavia, l'acquisto di prodotti di seconda mano è anche fortemente incentivato da motivi etici: con le proprie scelte si tenta di inibire la produzione, salvaguardando il pianeta.

La parola "online", però, ha un significato molto più profondo e complesso, e non sta a indicare esclusivamente che la vendita avviene sul web.

La ricerca è online, ma l'acquisto è offline

Il più grande vantaggio del web può essere riassunto in una semplice parola: rapidità. Pensate a tutte le operazioni che è possibile svolgere sul web o grazie a esso, e a quanto veloci siano. Che si tratti di comunicare con qualcuno, ascoltare un brano, acquistare un oggetto o ricercare informazioni, il web ha reso tutto quasi immediato. Basta inserire una piccola keyword nel motore di ricerca e il gioco è fatto.

Pensate, adesso, a un mercatino dell'usato: il concetto è diametralmente opposto. È vero che è possibile acquistare prodotti di ottima fattura (talvolta il cui vero valore è sconosciuto al rivenditore) a un prezzo più che vantaggioso, ma è altrettanto vero che la ricerca può diventare difficile ed estenuante, e dopo ore di ricerca si rischia di non trovare nulla di proprio interesse. E questo concetto vale sia nel caso in cui la propria intenzione sia quella di acquistare abbigliamento piuttosto che mobili usati, dischi o dispositivi elettronici.

In un mondo in cui le generazioni dei Millennials e Post-Millennials - secondo la definizione degli esperti di marketing - dettano le leggi di mercato, l'intuizione più grande è stata quella di fondere i due sistemi visti in precedenza creando quello che viene definito "mercatino dell'usato online".

C'è da fare attenzione per non creare confusione: "online" non vuol necessariamente dire che gli acquisti vengono completati attraverso una transazione che passa per internet, ma può voler dire che sul web è possibile consultare la vetrina di quello che è effettivamente lo store fisico in cui viene proposto l'usato. Bisogna immaginare il mercatino dell'usato online come una sorta di enorme bancarella in cui tutti i prodotti sono disposti in un ordine scrupoloso, ognuno con la propria etichetta del prezzo in bella vista, grazie alla quale il cliente non ha bisogno di scavare e ricercare i prodotti con notevole difficoltà.

Nel mondo del marketing, il modello secondo il quale il cliente consulta il web per verificare la disponibilità del prodotto in negozio e in seguito vi si reca per completare l'acquisto in store è conosciuto con un nome preciso, ovvero "Webrooming".

Vantaggi del Webrooming

Immaginate di voler acquistare dei mobili usati per arredare un locale o un appartamento in affitto. L'usato può essere la scelta giusta per via del prezzo, ma la ricerca dei mobili che meglio si addicono ai propri spazi può essere molto complicata: bisogna investire lunghe giornate, girare tra i vari mercatini dell'usato e affrontare il traffico della città, rischiando di tornare a casa a mani vuote.

Il vantaggio del mercatino dell'usato online, invece, è quello di permettere una ricerca che, indipendentemente dal risultato finale, consente di starsene comodi nel tepore della propria dimora, con tutti i comfort di cui si ha bisogno. Una volta trovato l’oggetto dei nostri sogni, basta recarsi nel punto vendita e lì verificare misure, qualità e che l’articolo soddisfi effettivamente tutte le esigenze prima di acquistarlo. In questo modo il consumatore è protetto da eventuali non conformità degli oggetti.

E per il rivenditore, quali sono i vantaggi? Sicuramente c’è il ritorno della soddisfazione dei clienti, che vengono in negozio già animati dall’intenzione all’acquisto e difficilmente restano delusi, avendo già visionato le offerte online. Inoltre, proprio per questo motivo, le visite che riceve possono considerarsi quasi esclusivamente finalizzate all'acquisto.