Nuova vita ai tuoi oggetti | DITUTTODIPIU' | Mercatino dell'usato a Firenze: vendere e acquistare oggetti in conto vendita

Nuova vita ai tuoi oggetti

Porta i tuoi articoli al mercatino dell'usato
20/03/2018

Il mercatino dell'usato è una scelta sempre più diffusa sia per vendere che per acquistare oggetti di seconda mano in quanto consente di ottenere numerosi vantaggi. Al tempo stesso questa idea risulta essere perfettamente in linea con la grande attenzione che si pone negli ultimi anni nei confronti dell'ambiente e dell'impatto che hanno le diverse attività umane. Prima di tutto si tratta di un vero e proprio riciclo, ma con il vantaggio ulteriore di non dover mettere in atto soluzioni di fai da te e bricolage per poter fruire degli oggetti. In secondo luogo il mercatino dell'usato consente di acquistare un'ampia gamma di prodotti e oggetti (vestiti, elettrodomestici da cucina, soprammobili, mobili usati, libri e molto altro ancora) a prezzi di favore, così da ottenere un buon risparmio. Chi vende, invece, da un lato evita di dover gettare via gli oggetti usati e di smaltirli come rifiuti, dall'altro può guadagnare rivendendoli attraverso circuiti dedicati e dotati di una grande visibilità. In questo modo si ottimizza l'uso di materie prime ed energia e si ha una piccola fonte di entrata aggiuntiva.

Perché vedere tramite un mercatino dell'usato?

Per vendere gli oggetti inutilizzati si hanno a disposizione due strade:

  •  la prima consiste nel rivolgersi a un mercatino dell'usato
  •  la seconda ai vari siti di annunci

La prima soluzione risulta essere quella più vantaggiosa e che garantisce le maggiori probabilità di successo in quanto si ha a che fare con un vero e proprio punto vendita dotato di una notevole visibilità. Infatti è lo stesso mercatino a sostenere gli investimenti pubblicitari, quindi il venditore fruisce gratuitamente degli effetti della campagna marketing messa in atto dall'attività.

Esposizioni e valutazioni sono gratuite e così diventa possibile determinare sempre il migliore prezzo di vendita. Al tempo stesso i mercatini dell'usato hanno già una clientela di riferimento, desiderosa di acquistare a prezzi convenienti e che ha sposato in pieno l'idea del riciclo di oggetti.

Spesso si ha a che fare con una vera e propria comunità, che si scambia informazioni, idee su come riutilizzare oggetti e notizie sull'utilità di riciclare. Ecco perché in diverse situazioni il personale sa già a chi vendere un oggetto in quanto si mette in atto un proficuo passaparola e si è creata un'importante rete sia online che attiva sul territorio.

Infine non bisogna dimenticare che il risparmio non riguarda soltanto le risorse, l'energia per produrre gli oggetti e per l'intero processo di smaltimento dei rifiuti, ma anche il tempo. Infatti il proprietario dell'oggetto usato non deve occuparsi personalmente della vendita e di organizzare incontri, orari e negoziazioni. Affidarsi a un mercatino dell'usato vuol dire ottimizzare sia le tempistiche della vendita (e, di conseguenza, anche le probabilità di successo) che il tempo a propria disposizione. In questo modo si riesce ad avere maggior tempo libero oppure a non essere disturbato mentre si sta lavorando, così da migliorare la produttività delle occupazioni.

Ditutto Dipiù: il mercatino dell'usato a Firenze, Pistoia, Verona e Ferrara

Ditutto Dipiù è una catena di mercatino dell'usato a Firenze, Pistoia, Verona e Ferrara, radicata sul territorio e con punti vendita situati in zone ad alta-media densità abitativa. Si trovano in posizione centrale e sono facili da raggiungere, quindi si riescono a combinare in maniera intelligente i vantaggi per l'ambiente e quelli più strettamente personali. In questo modo si incentiva l'idea che il riciclo non è un'attività complicata e che non necessita sacrifici di alcun genere per essere realizzata. In secondo luogo la grande varietà degli oggetti esposti sottolinea il fatto che la filosofia zero waste possa essere applicata a qualunque prodotto di consumo. Si tratta di una maniera immediata, pratica e intelligente per dimostrare come molto spesso si gettino via come rifiuti oggetti che semplicemente non sono più utilizzati. Il mercatino dell'usato si batte contro la logica sfrenata del consumismo in base alla quale se un prodotto non risulta essere più alla moda, interessante o utile viene immancabilmente classificato come inutilizzabile e buttato. In realtà questi prodotti possono essere impiegati da altre persone che ne hanno bisogno oppure riciclati perché assumano un'altra forma: in questo modo hanno una seconda vita che ne aumenta notevolmente il ciclo di permanenza sul mercato.

Infine non occorre dimenticare che Ditutto Dipiù mercatino dell'usato a Firenze, Pistoia, Verona e Ferrara risulta essere una realtà consolidata, conosciuta e apprezzata dalla propria clientela di riferimento. Di conseguenza gli acquirenti sanno che i prodotti esposti nei punti vendita da un lato sono funzionali alla logica del riciclo, dall'altra si caratterizzano per un'ottima qualità. In questo modo il prezzo proposto è sempre giustificato, si evitano spiacevoli sorprese di qualunque genere e si trovano anche oggetti di marca e adatti a settori particolari.