COLLEZIONISMO, CHE PASSIONE! | DITUTTODIPIÚ IL TUO MERCATINO DELL'USATO

COLLEZIONISMO, CHE PASSIONE!

Gli oggetti più stravaganti e introvabili ti aspettano al Mercatino dell’Usato
22/06/2022

Il collezionismo, oggi, è un mercato che fa girare un grosso volume di affari: noi a DITUTTODIPIÙ, che facciamo dell’usato la nostra attività principale, siamo dei veri specialisti in materia. Nei punti vendita di Firenze, Verona e Ferrara proponiamo un enorme assortimento di oggetti spesso di altre epoche, articoli che possono fare la felicità di chi coltiva questa passione e che, cosa ancora più importante, hanno dietro la garanzia della nostra esperienza: buono stato di conservazione, selezione accurata e continuo rifornimento.

 

Il collezionista, in genere, è un cliente esigente, che sa bene ciò che vuole e conosce a menadito la materia di cui si occupa, prezzo compreso. È un cultore dell’argomento, che non di rado, però, si affida anche al proprio gusto personale e acquista ciò che lo attrae e che gli suscita un’emozione, indipendentemente dal valore intrinseco dell’oggetto, ma fidandosi di un istinto ben allenato nel tempo. Proprio per questo, al Mercatino dell’Usato potrà sempre trovare una vasta gamma di articoli di qualunque genere, tra cui, sicuramente, riuscirà a scovare anche il pezzo mancante per la propria raccolta o la punta di diamante del suo “corredo”.

 

Quella del collezionismo è un’abitudine di origini antichissime: se ne hanno tracce già nel Medioevo, quando nobili e abati radunavano nei cosiddetti “tesori” di castelli e cattedrali opere d’arte o reliquie. Quest’abitudine si è consolidata durante il Rinascimento, che ha visto tutto un fiorire di studioli e gabinetti, spesso espressamente progettati da grandi architetti per custodire le raccolte dei signori dell’epoca (basti pensare allo Studiolo di Federico da Montefeltro o a quello di Francesco I in Palazzo Vecchio), evolutisi poi nelle Wunderkammern o “camere delle meraviglie” manieriste, in cui gli esemplari più insoliti di storia naturale, le invenzioni meccaniche e le rarità archeologiche diventavano il pretesto per esperienze educative di moderno stampo scientifico-enciclopedico. Oggi è un passatempo molto diffuso, un fenomeno di costume che, senza sfociare nel vero e proprio collezionismo d’arte, coinvolge un vasto numero di persone, spesso specializzate in un settore specifico.

 

I mercatini dell’usato come DITUTTODIPIÙ sono una miniera d’oro per gli appassionati di collezionismo: vi si possono trovare autentici capolavori di antiquariato e modernariato ma anche oggetti insoliti o articoli rari che possono rivelarsi col tempo degli ottimi investimenti. Parliamo, per dirne solo alcuni, di giocattoli di qualche anno fa, modellini di robot o di treni, albi di fumetti diventati introvabili o, infine, utensili da lavoro ormai superati, quali, ad esempio, affettatrici a volano, macchine da scrivere o da cucire, rasoi a mano libera, perfino contenitori in acciaio per sterilizzare siringhe in vetro… tutti pezzi che fanno la felicità degli amanti dell’antiquariato.

 

Sul sito del Mercatino dell’Usato c’è addirittura una sezione dedicata al collezionismo: una vetrina virtuale dove sono presenti tutte le offerte e gli ultimi arrivi che l’utente, da casa, può prenotare per il ritiro, giocando così di anticipo sulla “concorrenza”. Allo stesso tempo il nostro sistema di conto-vendita permette a chiunque di liberarsi di un oggetto che non usa più e metterlo in vendita, magari facendo la felicità di chi stava aspettando esattamente quel pezzo per arricchire la propria collezione.

 

DITUTTODIPIÙ è uno scrigno di tesori unici per il collezionista e l’amatore, un paradiso ineguagliabile, assolutamente da visitare per gli appassionati di antiquariato, dove gli oggetti più impensati e strani possono diventare vere e proprie occasioni da non perdere.

 

Perché, ricordatelo: ogni cosa ha un valore. Per qualcuno.