Avete mai venduto o acquistato a un mercatino dell'usato? | DITUTTODIPIU' | Mercatino dell'usato a Firenze: vendere e acquistare oggetti in conto vendita

Avete mai venduto o acquistato a un mercatino dell'usato?

Un’esperienza positiva e soddisfacente raccontata da molteplici angolazioni
15/06/2018

Ecco perché mi sono rivolta al mercatino dell’usato e su quali garanzie mi sono basata.

La mia esperienza con il mercatino dell'usato è stata davvero ottima, di conseguenza ho grande piacere a condividerla con voi.

La mia passione per il mondo dell'usato

Da un paio d'anni mi piace guardare delle trasmissioni televisive straniere dedicate al mondo dell'usato e ho sempre riflettuto sul fatto che in Italia, probabilmente, sottovalutiamo questo mercato: quando si parla di oggetti usati tendiamo a storcere il naso e a credere che un oggetto usato sia un articolo "di serie B", o magari che sia stato messo in vendita perché nasconde dei difetti.
Io non credo affatto che sia così, e sono fermamente convinta del fatto che il mercato dell'usato sia ricco di opportunità soprattutto per quel che riguarda il mondo dell'arredamento, ovvero quello che più mi appassiona.
Perché mi piace comprare oggetti usati? La possibilità di acquistare a un prezzo notevolmente più basso rispetto a quello che si dovrebbe sostenere per un oggetto nuovo è allettante, non c'è che dire, ma da buona amante dell'originalità e della ricercatezza estetica questo mercato mi interessa soprattutto perché consente di assicurarsi dei pezzi unici!

La mia ricerca di mobili usati su Internet

Tornando all'esperienza che mi ha portato ad acquistare oggetti usati, l'idea di scegliere oggetti di questo tipo mi è venuta quando ho deciso di comprare alcuni elementi decorativi per il mio giardino, che era un po' troppo spoglio per i miei gusti: ho subito pensato all'usato, così ho fatto una ricerca online per vedere come avrei potuto muovermi.
Oltre ovviamente ai colossi dell'e-commerce da cui si può acquistare direttamente dai privati, ho trovato una realtà che mi è sembrata subito molto carina, ovvero il sito Internet dituttodipiu.net.
DituttoDipiù è un vero e proprio mercatino dell'usato che ha diverse sedi, una delle quali dista circa 25 Km da casa mia, quindi ho potuto raggiungerla senza problemi.
Prima di vedere quali articoli avrebbero potuto interessarmi ho voluto scoprire come opera questa azienda consultando il loro sito Internet, cosa che consiglio di fare sempre, se si vuol essere dei consumatori attenti.

In che modo opera DituttoDipiù

Questo circuito consente a chiunque di comprare e di vendere oggetti usati, e opera in un modo leggermente diverso rispetto a quello delle aziende straniere protagoniste dei programmi televisivi che amo guardare.
DituttoDipiù infatti non acquista oggetti dai privati, ma opera in modalità conto vendita: chi desidera vendere un articolo tramite DituttoDipiù può affidarlo ai punti vendita dell'azienda senza venderlo alla medesima, ma semplicemente lasciandolo in sua custodia.
L'oggetto rimane dunque di proprietà ma viene esposto nella sede di riferimento, e nel caso in cui venga venduto l'importo viene conseguentemente corrisposto al suo proprietario, al netto di una percentuale dalla quale DituttoDipiù ricava i suoi guadagni.
A mio avviso questo aspetto è importante, perché se si vende un oggetto usato a un'azienda che dovrà sperare a sua volta di rivenderlo, l'offerta economica da parte di quest'ultima rischia di essere davvero troppo bassa rispetto al suo reale valore, dal momento che l'azienda deve trarre un profitto e soprattutto perché si accolla il rischio che l'articolo rimanga invenduto.
Leggendo il regolamento di DituttoDipiù ho notato inoltre che l'azienda segue questo iter: se l'articolo resta invenduto per oltre 60 giorni esso rimane disponibile in negozio per ulteriori 30 giorni, ma chi lo acquista ha diritto a uno sconto.
Ho subito pensato di orientarmi verso gli oggetti scontati, fermamente convinta del fatto che se un oggetto rimane invenduto per 2 mesi, non significa affatto che non sia interessante.

I miei bellissimi acquisti Outdoor

Effettuando una ricerca nel sito web di DituttoDipiù ho subito trovato degli elementi d'arredo molto interessanti, così dopo una rapida occhiata online mi sono recata presso il punto vendita.
Ho acquistato una bellissima decorazione in pietra, la quale è diventata ormai la vera protagonista del mio giardino, e alcuni vasi molto carini in stile classico.
Per l'elemento decorativo ho potuto usufruire di uno sconto del 30%, i vasi invece li ho pagati a prezzo "intero", ma si sono rivelati comunque convenienti.
E allora, se come me avete la passione di comprare oggetti usati, non abbandonate l'idea: il circuito DituttoDipiù è stato una positiva sorpresa, e spero sinceramente che il mercato dell'usato divenga molto più vivo anche in Italia.